Jet grouting e Jetting, alta tecnologia nelle tecniche di consolidamento

Con jet grouting o jetting si definisce una tecnologia che consiste nell’iniezione di un fluido stabilizzante ad altissima pressione nel terreno (20 – 70 N/mm2 equivalenti a 200 – 700 bar) attraverso appositi ugelli ed ha come scopo il consolidamento di volumi delimitati di terreno in posto, al fine di migliorarne le caratteristiche meccaniche quali la resistenza e la permeabilità.

L’obiettivo principale di questo metodo e quello di riuscire ad ottenere questo miglioramento in maniera controllata, sia fisicamente (delimitando il raggio del trattamento), sia qualitativamente (ottenendo delle caratteristiche dell’elemento jetting predefinite); obiettivi di norma difficilmente raggiungibili mediante iniezioni convenzionali.

Per l’elevata aderenza al terreno non trattato che circonda la colonna, questa tecnologia trova un’estesa applicazione nel campo dei pali di fondazione ove sia richiesto il massimo sfruttamento dell’attrito laterale.

La possibilità di armare le colonne jetting con tubi d’acciaio o profilati, ne estende ulteriormente i campi d’applicazione ai casi in cui la struttura sia soggetta a sforzi di trazione, flessione o semplicemente a carichi che ne superano la capacità portante allo stato, per così dire, naturale. Dal punto di vista esecutivo, la tecnologia richiede l’impiego di personale qualificato e, soprattutto per certi lavori, di una sorveglianza tecnica di ottimo livello e pressochè continua.